• 24
  • Agosto

Bando Marchi+, domande dal 30 settembre

Dal 30 settembre 2020, alle ore 9, le piccole e medie imprese su tutto il territorio nazionale potranno nuovamente accedere al bando Marchi+. La Direzione generale per la tutela della proprietà industriale — Uibm ha adottato il 29 luglio 2020 il decreto di riapertura del bando Marchi+3, sospeso in data 10 giugno 2020 per esaurimento delle risorse finanziarie, con una dotazione aggiuntiva di 4 milioni di euro.

Il form on line per l’attribuzione del numero di protocollo sarà disponibile a partire dalle ore 9:00 del 30 settembre 2020; prima di quella data non sarà possibile precompilarlo. Il funzionamento del bando è a sportello, pertanto la possibilità di ottenere i contributi rimarrà aperta fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione, seguendo un criterio basato sull’ordine cronologico di presentazione delle domande.

LE MISURE PREVISTE

Le agevolazioni sono concesse al fine supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero attraverso le seguenti misure agevolative:
A) che prevede agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Ue presso Euipo (Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici
B) che concede agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso Ompi (Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

I BENEFICIARI

Beneficiari sono le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, siano micro, piccola o media imprese e abbiano sede legale e operativa in Italia. Non possono inoltre essere ammesse alle agevolazioni le imprese che abbiano procedimenti amministrativi in corso connessi ad atti di revoca per indebita percezione di risorse pubbliche. Spese ammissibili. Tutte le spese (comprese le tasse sostenute presso Uibm o Euipo e Ompi per la registrazione internazionale) devono essere sostenute a decorrere dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda.

Fonte: Italia Oggi del 24 agosto 2020